Ser Jacopo Rustic Fancy Bulldog 2 Maxima R1

260,00
Disponibile
+

Pipa Ser Jacopo rusticata di colore marrone scuro, modello dritto fancy bulldog con bocchino in metacrilato nero. Valutazione gruppo R1 B. La pipa ha un grande impatto visivo dato dalle sue generose ed originali dimensioni. E' caratterizzata da un fornello inclinato in avanti che gli da un senso di movimento ed il cannello è in diagonale a scendere la rendono un pezzo veramente unico. La fine rusticatura è molto piacevole al tatto e la parte superiore del fornello liscio la rendono molto elegante e raffinata. Il sotto del fornello piatto la rende molto comoda in quanto può essere poggiata senza cadere. E' di grandi dimensioni e si contraddistingue per un fornello generoso che garantisce una fumabilità eccellente in ogni situazione. La leggerezza la rende ideale per ogni fumata anche se il meglio di se lo da comodamente seduti in poltrona. Pezzo straordinario che mischia classico e fantasia, con un senso della misura e del buon gusto non scontati. La serie R1 sono quelle pipe con piccoli difetti che vengono rusticate perchè non hanno una bella venatura ma comunque la radica sana. La lavorazione è molto lunga e faticosa ma il risultato è di sicuro effetto. Pipa ideale per i mesi caldi in quanto scalda meno la mano. Ottima da passeggio data la sua minore propensione a righe e bolli. Pipa dalla linea importante ed originale che mette in risalto le capacità artigiane della Ser Jacopo.

La Ser Jacopo nasce nel 1982 dalle esperte mani di Giancarlo Guidi. Arriva da un esperienza decennale di successo presso la Mastro di cui è stato uno dei fondatori. Questa nuova avventura inizia mettendo a fuoco i bocchini delle pipe creando vere e proprie opere d'arte. Egli utilizza metalli preziosi, pietre, corno e legni esotici per dare alle pipe Ser Jacopo un aspetto caratteristico e nuovo che molti fumatori dimostrano di apprezzare. A questo si aggiunge una radica stagionata e il successo è immediato. Giancarlo Guidi è considerato il padre di quella che è conosciuta come la "scuola pesarese". Ha insegnato il mestiere a molti ragazzi, che crescendo, hanno avviato la propria bottega. Questi artigiani, in segno di riconoscenza e stima, col passare degli anni si sono rivolti a Guidi chiamandolo Maestro. Giancarlo ci lascia nel 2012, ancora pieno di progetti mai realizzati, ma che ci avrebbero stupito di sicuro. Era una persona straordinaria, umile e colta, grande appassionato d'arte. Il mondo della pipa ha perso troppo presto un vero protagonista e io, un vero amico.


La pipa in vendita è esattamente quella raffigurata nelle foto. Una volta venduta, essendo realizzata a mano e quindi unica, la pipa sarà rimossa dal sito. Il colore reale della pipa può variare leggermente dalla foto in quanto ogni monitor ha la propria tonalità. Le dimensioni sono state prese accuratamente ma possono variare di un millimetro, in più o in meno.